14 mayo 2013

«La Santa Madre Chiesa è la Nuova e Celeste Gerusalemme» | L'Opera della Chiesa. Anno della Fede


Leggendo il contenuto di questa settimana si intuisce il perché e l’origine  della necessità e dell’urgenza, da parte de L’Opera della Chiesa, di vivere permanentemente offerta al Signore per il Popolo di Dio, per il Santo Padre e per i Vescovi.

Il Signore, dopo aver introdotto Madre Trinidad nel suo seno, in modo profondo, le fece comprendere, allo stesso tempo, la sofferenza e la forza della Chiesa  –“Torre fortificata”–  e quanto ella fosse piccolina ai suoi piedi  –«scarpetta della Chiesa»–   così semplice e così insignificante. Ma come disse un Vescovo a questo proposito : «senza scarpe si cammina molto male, e i piedi fanno molto male…».

Nel contenuto di questo scritto, Madre Trinidad fa allusione al silenzio in cui si trova, al fatto di non essere ascoltata come Dio chiede, e alla solitudine in cui vive da sempre; e tutto questo perché fin quando la Chiesa non cessi di piangere per la incomprensione dei suoi, ella, come Eco della Chiesa, non cesserà di vivere, in totale sintonia con la Chiesa, la sua solitudine drammatica e la sua pena dolorosa.

E quando ella mancherà e non potrà soffrire, la sua Opera della Chiesa lo farà durante tutti i tempi. [...]